Logo Comune di Macomer
Comune di 
Macomer
Provincia di Nuoro 

Servizio Civile Universale

Manifestazione di interesse Servizio Civile Universale

 

In attesa della valutazione da parte del “Dipartimento delle Politiche Giovanili” dei progetti di Servizio Civile presentati a maggio 2020 da ANCI Lombardia anche per il Comune di Macomer, e del Bando di selezione probabilmente in pubblicazione nel mese di novembre 2020, informiamo che è stata avviata la campagna di comunicazione che comprende la raccolta delle adesioni da parte dei giovani.

A tal proposito si rimanda alla pagina dedicata alla manifestazione d’interesse https://www.scanci.it/manifestazione-interesse/  precisando che la compilazione della manifestazione d’interesse NON costituisce domanda di partecipazione, ma consentirà di ricevere la notizia di pubblicazione del bando (presumibilmente novembre 2020 con avvio volontari marzo 2021).

Servizio Civile Universale

 

Il Servizio civile nasce nel 1972 come diritto all’obiezione di coscienza al servizio militare. È quindi alternativo alla leva e in quanto tale obbligatorio. Quasi trent’anni dopo, con la legge n. 64/2001, viene istituito il Servizio civile nazionale su base volontaria, aperto anche alle donne.
Nel 2005 viene sospeso il servizio di leva obbligatorio, mentre prosegue il percorso di crescita del Servizio civile su base volontaria.
Nel 2017, con il dlgs n.40, il Servizio civile da nazionale diventa universale, con l’obiettivo di renderlo un’esperienza aperta a tutti i giovani che desiderano farla.

Cosa offre il Servizio Civile Universale

Diventare volontario di Servizio civile aggiunge alla volontà di dare qualcosa di sé agli altri e al proprio Paese la possibilità di acquisire conoscenze e competenze pratiche ma più in generale rappresenta un’occasione di crescita personale e di formazione. Per questo il Servizio civile universale può rappresentare un’utile esperienza da spendere in ambito lavorativo.

La legge prevede che vengano determinati i cosiddetti crediti formativi per coloro che prestano il Servizio civile universale, che possono essere poi riconosciuti nell’ambito dell’istruzione o della formazione professionale. Anche le università possono riconoscere crediti formativi per attività prestate nel corso del Servizio civile universale rilevanti per il curriculum degli studi. Per i volontari è stabilito un rimborso mensile di 433,80 euro (a cui vanno aggiunti circa altri 450 euro di indennità extra per quanti sono impegnati in progetti all’estero). L’attività svolta non determina l’instaurazione di un rapporto di lavoro e non comporta la sospensione e la cancellazione dalle liste di collocamento o dalle liste di mobilità.

L’anno di servizio è inoltre riconosciuto ai fini del trattamento previdenziale  riscattabile, in tutto o in parte, a domanda dell’assicurato, e senza oneri a carico del Fondo nazionale per il servizio civile e sono previste l’assistenza sanitaria gratuita e il riconoscimento di un punteggio nei concorsi pubblici.

I giovani che scelgono di partecipare alla realizzazione di progetti di Servizio civile universale hanno diritto ad avere una formazione generale ed una specifica. La formazione generale è basata sulla conoscenza dei principi che sono alla base del servizio civile universale. La formazione specifica è inerente alla peculiarità del progetto. La durata complessiva della formazione generale e specifica non può essere inferiore a 80 ore.

 

 

 

 

a chi rivolgersi per maggiori informazioni

Allegati

Top