Logo Comune di Macomer
Comune di 
Macomer
Provincia di Nuoro 

Rilascio Carta d’identità ai minorenni

Il Comune di Macomer, nel quadro di un progetto statale di adeguamento dei documenti di identità ai più avanzati standard internazionali di sicurezza è ora tenuto al rilascio della nuova Carta di Identità Elettronica (CIE) ai cittadini residenti di qualsiasi età.

La nuova Carta di Identità Elettronica, che non viene piu’ prodotta dagli uffici comunali ma dal Ministero dell’ Interno, è un documento personale che attesta l’identità del cittadino, realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito, dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza (RF) che memorizza i dati del titolare.

La CIE reca una foto in bianco e nero stampata al laser, per garantire un’ elevata resistenza alla contraffazione.

Sul retro della Carta il Codice Fiscale è riportato anche come codice a barre.

Oltre all’impiego a fini identificativi, la nuova Carta di identità elettronica può essere utilizzata per richiedere una identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Tale identità, utilizzata assieme alla CIE, garantisce l’accesso ai servizi erogati dalle PP.AA.

La Carta è spedita dal Ministero direttamente al cittadino che la riceverà entro 6 giorni dalla richiesta, presso il Comune o presso un indirizzo da lui indicato.
La validità della Carta di identità varia a seconda all’età del titolare ed è di 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni, 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni, 10 anni per i maggiorenni.

Il costo della carta è di 22 euro, buona parte dei quali (€ 16.79) vengono incassati dallo Stato.

Al fine di favorire la completa realizzazione del progetto, il Ministero ha imposto ai Comuni sperimentatori l’ abbandono della modalità di emissione della carta di identità in formato cartaceo, ”salvo i casi di urgenza reale e motivata segnalati dal richiedente” che dovranno essere dichiarati sotto la responsabilità personale.

Fotografie
Per la richiesta di rilascio della C.I.E. il cittadino dovrà presentarsi personalmente allo sportello, munito di una fotografia formato tessera.

Una nota del Ministero dell’Interno n. 400/A/2005/1501/P/23.13.27 del 5 dicembre 2005 ha fornito delle indicazioni ufficiali in merito alle caratteristiche tecnico- qualitative delle fotografie per i documenti d’identità:

Le fotografie devono presentare le seguenti caratteristiche:

  • risalire a non più di sei mesi prima
  • avere una larghezza di 35-40 mm
  • riprodurre la testa e le spalle in modo che la faccia occupi il 70-80% della fotografia
  • essere a fuoco e nitide
  • essere di alta qualità senza segni di inchiostro o piegature.
  • mostrare la persona che guarda direttamente l’obiettivo
  • mostrare il colore della carnagione in modo naturale
  • possedere sufficiente luminosità e contrasto
  • essere stampate su carta di alta qualità e ad alta definizione.
  • avere un colore neutro
  • mostrare gli occhi della persona aperti e chiaramente visibili – senza capelli che li coprano
  • mostrare la persona faccia a faccia con l’obiettivo, che non guarda al di sopra della spalla (stile ritratto) o con il capo inclinato, e che mostra ben visibili entrambi i lati del viso in modo chiaro
  • essere scattate su uno sfondo disadorno di colore chiaro
  • essere scattate con un’illuminazione uniforme e non presentare ombre o riflessi del flash sulla faccia o occhi rossi.
  • le fotografie stampate con fotocamera digitale devono avere un colore di alta qualità ed essere stampate su carta ad alta resa fotografica.
  • devono mostrare gli occhi in modo chiaro e senza riflesso del flash sulle lenti, senza lenti ombreggiate (se possibile, evitare le montature pesanti – indossate occhiali dalla montatura più leggera, se li possedete)
  • assicuratevi che la montatura non copra alcuna parte degli occhi.
  • non è consentito alcun copricapo se non per motivi religiosi, ma deve mostrare chiaramente i tratti del viso dalla punta del mento alla sommità della fronte e si devono poter vedere chiaramente entrambi i lati del volto.
  • mostrarvi da soli (senza schienali di sedie, giocattoli o altre persone visibili), mentre guardate l’obiettivo con un’espressione neutra e la bocca chiusa.

Validità per l’espatrio
I minori italiani possono avere una Carta di Identità valida per l’espatrio se non sono nelle condizioni che per legge impediscono il rilascio del passaporto.

Per avere la Carta valida per l’espatrio occorre il consenso scritto di entrambi i genitori. In mancanza del consenso di un genitore occorre l’autorizzazione del giudice tutelare.

Se entrambi i genitori accompagnano il ragazzo il consenso può essere espresso davanti all’Ufficiale di Anagrafe. Se il ragazzo viene accompagnato da un solo genitore occorre presentare il consenso scritto dell’altro genitore, accompagnato dalla fotocopia di un documento di riconoscimento. Il consenso va espresso su un modello in distribuzione presso le Anagrafi o presso URP – (Ufficio Relazioni con il pubblico).

Sulla Carta d’Identità valida per l’espatrio, non compare nessuna dicitura particolare; al contrario, nella Carta d’Identità non valida per l’espatrio compare la dicitura ‘non valida per l’espatrio’.

Anche se tra i Paesi che hanno aderito al trattato di Schengen (Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Lussemburgo, Belgio, Olanda. Germania, Austria) normalmente non vengono fatti controlli alle frontiere, è bene comunque avere con sè un documento valido per l’estero.

La Carta d’Identità consente l’espatrio nei seguenti Paesi:

  • Austria, Belgio, Bosnia Erzegovina, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Gibilterra, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Malta, Montenegro, Principato di Monaco, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria.
  • Egitto (la carta deve avere validità residua di tre mesi dalla data di ingresso; si consiglia di portare con sè due fototessere per il visto);
  • Marocco, Tunisia, Turchia (solo per chi vi si reca con viaggio organizzato);

Gli accordi internazionali fra l’Italia e gli altri Paesi possono cambiare. Prima di partire è consigliabile:

  • contattare l’Ufficio Passaporti della Questura;
  • oppure visitare il sito della Polizia di Stato;
  • oppure consultare il sito Viaggiare Sicuri;
  • oppure informarsi presso i Consolati esteri in Italia.

Quando si rinnova

  • Alla scadenza:a partire dal 180° giorno prima della scadenza.
  • Per smarrimento o furto: occorre fare la denuncia presso la Questura o i Carabinieri conoscendo il numero del documento, che può essere richiesto all’Anagrafe. In caso di smarrimento è dovuto il pagamento del doppio dei diritti di rilascio.
  • Per deterioramento:occorre portare all’Anagrafe la Carta di Identità deteriorata, oltre alla documentazione richiesta per il rilascio. Anche in questo caso è dovuto il pagamento del doppio dei diritti di rilascio.
  • Per cambiamento dei seguenti dati personali: nome, cognome, data e luogo di nascita, acquisizione della cittadinanza italiana.

Lo sportello dell’ ufficio per il rilascio di documentazione amministrativa e per le informazioni relative è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 13.00.

Il lunedì e il martedì è aperto anche di pomeriggio dalle 16.00 alle 18.00.

Requisiti
Nessuno.

Costi del procedimento
€ 22,00

Normativa di riferimento

  • T.U.L.P.S. (Regio Decreto numero 773/1931).
  • Regio Decreto 06.05.1940, numero 635, articoli 288 – 294.
  • Legge 18.02.1963, numero 224.
  • Decreto del Presidente della Repubblica 30.12.1965, numero 1656.
  • Legge 21.11.1967, numero 1185.
  • Legge 04.04.1977, numero 127.
  • Decreto del Presidente della Repubblica 06.08.1974, numero 649.
  • Legge 28.02.1990, numero 39, articolo 6.
  • Legge 15.05.1997, numero 127.
  • Legge 06.08.2008, numero 133.

Documenti da presentare

  • domanda firmata da un genitore su modulo fornito dall’Ufficio;
  • tre fotografie formato tessera, recenti, a capo scoperto, uguali tra di loro;
  • per i cittadini stranieri: permesso di soggiorno (o carta di soggiorno);
  • in caso di furto o smarrimento, copia e relativa fotocopia della denuncia presentata all’Autorità di Pubblica Sicurezza;
  • per i minori sotto tutela: occorre la presenza del tutore che deve esibire la documentazione riguardante la tutela.

Incaricato
Ufficiale d’Anagrafe

Tempi complessivi
Emissione entro il primo giorno lavorativo successivo.

Note
Se un cittadino, per motivi di salute, è impossibilitato a presentarsi all’Anagrafe, può richiedere di usufruire dei ‘Servizi Anagrafici a Domicilio’. Una persona maggiorenne dovrà recarsi all’Anagrafe con la documentazione richiesta e firmare una richiesta in cui sottoscrive l’esistenza dell’impedimento, dopodiché un incaricato si recherà al suo domicilio per consegnare la Carta e raccogliere le firme.

 

documenti allegati
Istanza e atto di assenso all’espatrio di minore

Top